Home Eventi TAIYŌ MATSUMOTO – “LOVE IS ALL YOU NEED”: INAUGURATA LA MOSTRA AL WOW DI MILANO

TAIYŌ MATSUMOTO – “LOVE IS ALL YOU NEED”: INAUGURATA LA MOSTRA AL WOW DI MILANO

written by Stefania Sottile febbraio 15, 2018

Taiyō Matsumoto, nato a Tokyo nel ’67, è considerato uno dei mangaka più conosciuti al mondo. I suoi lavori si rivolgono ad un pubblico adulto, tanto da essere incluso tra i più famosi mangaka a livello internazionale per la pubblicazione di seinen manga (opere rivolte ad un target maschile dai 18 anni in su). È noto soprattutto per lo stile non convenzionale e onirico che caratterizzano le sue opere. Fin dagli inizi della carriera, ha conquistato il grande pubblico vincendo diversi premi, tra cui il Manga Open Contest. Nonostante dimostri grandi potenzialità, il debutto ufficiale dell’artista giapponese avviene successivamente con Straight, nel 1988, con il quale vince il Kodansha Afternoon Shikisho (Four Seasons Award) d’Autunno. Negli anni il successo di Matsumoto cresce a livello globale, tanto da riscuotere riconoscimenti non solo in Giappone. Il Italia conquista il pubblico con Tekkon kinkreet, film d’animazione del 2006 e pubblicato in Italia da J-POP, divisione manga della milanese Edizioni BD. Nel 2015 con Sunny, la serie sempre pubblicata in Italia da J-POP, ottiene il Gran Guinigi (premio che viene assegnato da una giuria di esperti ai migliori prodotti del settore del fumetto in Italia) nella cinquantesima edizione del Lucca Comics & Games. Due anni dopo, sempre con Sunny, vince il Premio Micheluzzi del Salone Internazionale del Fumetto Napoli Comicon.

Il 16 febbraio verrà inaugurata la mostra di Taiyō Matsumoto – “Love is all you need al WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto di Milano, precedentemente allestita al Lucca Comics & Games 2017. Tutti i visitatori potranno accedere liberamente all’esposizione curata da Jacopo Costa Buranelli, Literary Director di J-POP Manga, per conoscere nonché ammirare le opere originali del maestro fino al 31 marzo.

La rassegna monografica conta cinquanta tavole originali scelte tra Sunny e Tekkon kinkreet, tutte selezionate per racchiudere l’arte del maestro: saranno esposte fotografie in inchiostro e matita appartenenti all’immaginario dei bambini, per un viaggio attraverso il loro sguardo, ma anche opere coinvolgenti per gli adulti che riprendono l’esistenza quotidiana di ognuno di noi. Le opere riflettono il concetto filosofico giapponese “Mono no aware” (物の哀れ), nel quale si riflette una partecipazione emotiva concernente la bellezza della natura e della vita umana; uno sguardo ed apprezzamento verso il “bello” in continuo movimento e mutamento, dai quali derivano una sensazione di malinconia dovuti proprio alla mutevolezza della stessa destinata a dissolversi. Dalle opere emerge una costante preoccupazione dei protagonisti dovuta al senso di abbandono ramificato nel profondo, derivante dai rapporti interpersonali che legano gli uni agli altri ma che, inevitabilmente, si devastano svanendo nel tempo. I legami, dunque, sono il centro delle opere: paura, dolore, ansie, accompagnano il viaggio alla scoperta della propria crescita. Interrogativi leciti sulla libertà, possibilmente compromessa dalle stesse relazioni.

Eppure «L’amore è tutto ciò di cui hai bisogno» sostiene Suzuki, il malinconico ratto nel manga di Tekkon kinkreet, per rispondere a Kimura, il suo giovane protetto che afferma di non credere in niente. Ma Suzuki persevera nel voler fargli comprendere quanto siano importanti i valori ed i legami basati sugli stessi: «almeno credi nell’amore, Kimura». Questo incessante bisogno d’amore alimenta e dà vita alle opere di Matsumoto, perché l’amore è un sentimento innato e necessario per ogni essere umano, qualcosa da condividere e custodire gelosamente. Per il maestro l’amore è ovunque intorno a noi, vive nel nostro cuore, alimenta i nostri bisogni e dobbiamo solamente identificarlo e viverlo.

Ti potrebbero piacere

Lascia un commento