Home Eventi FESTA DELL’UNICORNO 2019: UN EVENTO INDIMENTICABILE!

FESTA DELL’UNICORNO 2019: UN EVENTO INDIMENTICABILE!

written by Redazione agosto 1, 2019

Si è da poco conclusa la quindicesima edizione della Festa dell’Unicorno, che popola ogni anno le strade di Vinci, splendido borgo fuori Empoli e casa natale, ovviamente, di Leonardo Da Vinci.

Quest’anno, per la prima volta, la Redazione di Universo Fantasy ha deciso di presenziare a questa fiera per raccontarla a voi lettori, e questo è il nostro resoconto.

La fiera si è svolta lo scorso weekend, tra il 26 e il 28 di luglio nella parte del comune di Vinci che si arrampica sulle colline toscane circondate da filari e filari di ulivi. La location è stata senza alcun dubbio azzeccata per una fiera del genere. Ha aggiunto infatti quel tocco di magia, di realismo e di sogno ad una manifestazione che già da sola è piena di magia, sogni e colpi di scena. La rocca abbarbicata in cima alla collina poi, una delle zone più magiche della fiera, immergeva tutti i visitatori in un tempo ben diverso da quello attuale.

L’area del borgo, in occasione della fiera, è stata riempita ad arte da mille stand e punti di interesse. All’apparenza, le strade piene di stand che vendevano le cose più disparate, come anche il teatro, i due palchi, le zone ristoro, potevano sembrare quelle di una qualsiasi altra fiera a tema, ma la cosa che veramente ci ha piacevolmente stupito è il modo intelligente e bello in cui le varie zone sono state divise. Nella fiera erano infatti presenti 9 zone: baia dei pirati, corte dei sogni, rocca incantata, fumetti e follie, cittadella dei cavalieri, villaggio degli gnomi, città degli incubi, abisso d’acciaio e valle del vapore (la nuovissima area steampunk inaugurata proprio quest’anno).

Questa suddivisione ha senza dubbio aggiunto carattere a tutta la manifestazione, rendendo le varie zone uniche e permettendo ai visitatori di orientarsi verso le quelle di interesse molto più facilmente. Inoltre, in questo modo una fiera che si potrebbe largamente definire “fantasy” ha reso onore alle varie sfaccettature che questo grande genere contiene al suo interno. Esiste infatti il fantasy epico, quello horror, lo steampunk e la fantascienza… e ognuno di questi sottogeneri ha un entourage di opere e appassionati che in questi tre giorni a Vinci hanno potuto sentirsi a casa.

Ma parliamo ora un po’ più nel dettaglio di cosa ha avuto da offrire quest’anno la fiera, a 15 anni dalla prima edizione. In tutta l’area della fiera, lungo le strade che circondano il borgo a destra e sinistra, ogni area tematica aveva fior fiori di stand pronti ad accogliere i visitatori. C’erano stand di oggettistica che spaziavano dai vestiti, ai gioielli, all’oggettistica decorativa, i libri e i giochi, fino ai corni in terracotta da legare al collo per bere come veri vichinghi… con tanto di servizio refill!

C’erano inoltre gli stand rappresentativi di varie associazioni di cosplay, gruppi dedicati a Tolkien (come ovviamente i nostri amici dell’AIST che non smettono mai di stupirci con i loro approfondimenti), al Trono di Spade, ad Harry Potter, dove poter andare a fare divertenti quiz a premi sui vostri film, serie e libri preferiti. Noi stessi abbiamo partecipato ad un divertentissimo quiz sui mondi di Tolkien organizzato da “La Quarta Era”, e ad un quiz con smistamento da parte del Cappello Parlante in persona!

C’erano poi una bellissima area Retro Game, con tutti gli Arcade più amati e vintage da giocare, aree giochi di ruolo e da tavolo, un intero punto dedicato a Magic The Gathering e, pensate un po’, un’area LEGO! E, nonostante tutte le attività che vi abbiamo elencato, manca ancora moltissimo per cogliere interamente l’essenza della fiera.

Perché, come ogni fiera che si rispetti, in ogni momento erano organizzate attività, spettacoli, sfilate, interviste e presentazioni di libri, tanto che decidere dove andare e chi ascoltare è stato davvero difficile!

Ospiti d’onore quest’anno sono stati i gemelli Phelps (famosi per aver interpretato Fred e George Weasley nella saga cinematografica di Harry Potter e di cui pubblicheremo un articolo dedicato scritto dal nostro amico e collega Luca Rosati), Daniel Portman (interprete dello scudiero Podrik del Trono di Spade) e l’italiano Francesco Pannofino (doppiatore di attori d’eccezione quali George Clooney, Denzel Washington e… Hagrid!).

Ci sono stati poi spettacoli emozionanti, tra cui ci sentiamo veramente di premiare il concerto degli Ocean Night, una tribute band italiana della famosissima band Nightwish, che ha emozionato una piazza piena di gente per più di due ore il venerdì sera. E come non parlare degli shows degli amici di Feudalesimo e Libertà, oppure di Don Alemanno? Degli spettacoli di falconeria o delle sfilate in cosplay? Dei combattimenti con armi bianche e spade laser?

Insomma, come avrete di certo capito, la Festa dell’Unicorno è una fiera fantasy di livello altissimo, in cui il divertimento è assicurato per tutte le età e per tutti gli interessi. Se avrete l’occasione di andarci l’anno prossimo, preparatevi a tre giorni immersi in una bellissima realtà parallela, e se invece ci siete andati anche quest’anno, sarete di sicuro d’accordo con noi.

L’unica cosa che non è stata perfetta, quest’anno, è stata purtroppo il tempo meteorologico. Infatti, dopo essere stati accolti venerdì da un caldo torrido e un sole cocente (non ci siamo assolutamente ustionati sotto il sole eh, decisamente no), il sabato e la domenica il clima è stato molto uggioso, con pioggia che andava e veniva mettendo a dura prova la pazienza dei poveri standisti che dovevano continuare a coprire e scoprire la merce.

Un vero peccato, che però non ha di certo inficiato la nostra capacità di goderci a pieno questo weekend all’insegna del fantastico, e di tornare a casa carichi di emozioni, ricordi e… ricordini.

Ti potrebbero piacere

Lascia un commento