Home Eventi FESTA DELL’UNICORNO 2019: L’INCONTRO CON I GEMELLI “WEASLEY” DI HARRY POTTER, OLIVER E JAMES PHELPS SI RACCONTANO

FESTA DELL’UNICORNO 2019: L’INCONTRO CON I GEMELLI “WEASLEY” DI HARRY POTTER, OLIVER E JAMES PHELPS SI RACCONTANO

written by Luca Rosati agosto 5, 2019

Più spigliato ed euforico James, più pacato e tranquillo Oliver: stiamo parlando dei gemelli Phelps, i due attori britannici famosi per aver interpretato i gemelli Fred e George Weasley nella saga cinematografica di Harry Potter, ospiti durante l’edizione 2019 della Festa dell’Unicorno a Vinci.

Allegri, ribelli, dispettosi, burloni, incuranti delle regole, fin dal primo film della saga potteriana i due gemelli sono sempre rimasti nel cuore dei milioni di fan che per 10 anni, dal lontano 2001, hanno seguito con passione le tante avventure del maghetto più famoso del mondo.

Ospiti della 15esima edizione della Festa dell’Unicorno, James e Oliver hanno partecipato a un lungo panel dedicato a loro e davanti a una sala gremita di spettatori decisamente emozionati.

Con la partecipazione di Federico Guerri di Mondo di Nerd, moderatore del panel, abbiamo avuto la possibilità di conoscere più da vicino i due attori e venire a conoscenza di tante curiosità sul dietro le quinte degli 8 film della Saga.

Per rompere il ghiaccio, la prima domanda era pura curiosità: “Chi di voi due è nato prima?”. È Oliver a rispondere, nato 13 minuti prima del fratello.

Da qui, abbiamo avuto modo di ripercorrere la giovinezza dei due gemelli, alla scoperta di quanto fossero realmente i loro caratteri e quanto di loro fosse stato poi ‘trasportato’ nei film.

Nati a Sutton Coldfield, quartiere di Birmingham, fin da piccoli si sono reputati ragazzi normali senza una forte indole a essere ribelli e contro le regole (come invece lo sono i gemelli Weasley) e parte della loro ispirazione nell’interpretare i due personaggi è nata dai comportamenti di alcuni loro compagni di scuola, gemelli, che erano persino soliti scambiarsi i ruoli davanti agli ignari professori.

Era appena uscito in vendita “Harry Potter e il calice di fuoco”, il 4° romanzo della Saga, quando si creò l’opportunità per i due gemelli di entrare in questo mondo come protagonisti.

Come ha raccontato James, in quell’anno (e siamo nel 2000) erano partiti i casting per le prime produzioni cinematografiche legate ad Harry Potter. L’occasione propizia fu proprio la presenza della produzione nei dintorni della loro città.

Presentati al casting, non erano ovviamente soli: con il biglietto che riportava il n°400, li attendavano file interminabili e lunghe ore di pazienza insieme a tantissimi altri gemelli che avevano risposto alla chiamata. Una simpatica curiosità che ci hanno raccontato è stata quella di ritrovarsi lì in fila ed essere gli unici gemelli ad aver indossato vestiti diversi, tutti gli altri erano vestiti uguali. Una corsa in un negozio lì vicino e l’acquisto di due maglie uguali ha permesso di presentarsi nello stesso modo.

È sempre James a proseguire il racconto: “Siamo piaciuti immediatamente! Avevamo 14 anni, Oliver era più a suo agio, ma eravamo comunque fin da subito convinti che saremmo stati scelti. Dopo 4-5 incontri anche con il regista, abbiamo recitato per la prima volta in prova su un vero set. È andato tutto bene!”

La chiacchierata è proseguita parlando di J.K. Rowling: “Quando l’avete incontrata? Che effetto vi ha fatto?”. Il primo vero incontro è avvenuto alla prima lettura del copione, Joanne era seduta insieme ai produttori e al regista.

Da qui il racconto di un fatto molto divertente: alla lettura del copione e alla prima prova sul set, a nessuno dei gemelli era stato detto chi poi avrebbero interpretato nel film, e alla loro domanda verso la produzione, pare che la scelta di James/Fred e Oliver/George sia stata fortemente casuale dopo una veloce chiacchierata tra la Rowling e il produttore del film.

Altri momenti divertenti sul set sono state le riprese di un cortometraggio amatoriale girato da James e Oliver. Il set del filmato era una piccola costruzione Lego in cui i gemelli avevano ideato una simpatica storia sperando fosse inserita nel backstage dei film. La produzione, pur valutando tale filmato, ha poi rifiutato di inserirlo.

Alla domanda “Quale personaggio avresti voluto interpretare?”, Oliver non ha dubbi: “Nessun altro se non il mio!”. È invece James a spiazzare tutti: “L’elfo Dobby!”. Una risata ha invaso la sala, ma anche tanta malinconia. Come sappiamo Dobby sarà pugnalato a morte durante gli ultimi minuti de “I Doni della Morte – Parte 1”.

Dopo queste parentesi divertenti, una domanda pesava sulla lingua di tutti: “Come vi siete preparati per la morte di Fred Weasley e ve la siete presi con Joanne per questa scelta?”. È proprio James il primo a rispondere sul suo personaggio, morto appunto in Harry Potter e i Doni della Morte: “Per me è stato facile: ho fatto finta di dormire”, prosegue poi in maniera più seria, “però ero fortemente provato da questa scelta di far morire Fred. L’ho comunque accettato perché era la storia del mio personaggio”. Oliver è stato invece più pacato nel rispondere: “Capita, anche se trovarmi in quella situazione mi è pesato molto”.

Sul set hanno preso molto dei gemelli Weasley e si divertivano molto a fare scherzi anche per legarsi ancora di più ai loro personaggi. Hanno evitato di scambiarsi di ruolo, scherzo che tutti potevano immaginarsi, ma fuori dal set James era solito lasciare sempre il nome di Oliver per pagare al ristorante.

L’ultima parte dell’intervista si è spostata sul dopo Harry Potter. Grazie alla loro partecipazione a questi film, sicuramente le loro porte da attori si sono aperte maggiormente e tutt’ora continuano su questa strada. Sono abituati a lavorare assieme ma non hanno problemi a farlo anche da soli, slegati, questo permette loro di concentrarsi maggiormente sul proprio personaggio.

Fin dal primo minuto sul palco si percepiva quanto fossero legati ed è proprio James a confermarlo: “Il nostro rapporto tra fratelli è stato sempre bellissimo e siamo molto contenti di aver condiviso assieme questa esperienza sul set”.

Alla domanda su quale libro e film preferissero: a James piacciono il libro “Il prigioniero di Azkaban” che stava leggendo proprio durante il periodo di casting, e il film “Il calice di fuoco”; ad Oliver invece è “Il calice di fuoco” il libro preferito, mentre “I Doni della Morte – Parte 1” il film più bello da guardare.

L’ultima domanda è il rapporto con gli altri colleghi-attori presenti sul set: “Quale l’attore preferito o da cui avete tratto l’ispirazione maggiore?” Per James è stato Michael “Silente” Gambon, che lo ha anche aiutato a studiare parti del copione. Per Oliver, invece, non c’è un attore particolare, tutti insieme gli hanno dato la giusta energia e “tanta saggezza” per andare avanti; ricorda con molto affetto Julie Walters, sul set era la mamma Molly Weasley.

Tra gli applausi di tutti i partecipanti e i ringraziamenti emozionati degli stessi James e Oliver si è conclusa questa lunga chiacchierata che ci ha permesso di conoscere meglio i due tra i gemelli più famosi del cinema.

È stata sicuramente una grande emozione averli incontrati e tornare con la mente a tutti quei film dedicati ad Harry Potter che ci hanno fatto compagnia per 10 anni e che, sempre con grande voglia, continuiamo a vedere e rivedere anche oggi.

Ti potrebbero piacere

Lascia un commento