Home Eventi INTO THE MAGIC: CRONACHE DAL GIFFONI FILM FESTIVAL

INTO THE MAGIC: CRONACHE DAL GIFFONI FILM FESTIVAL

written by Stefania Sottile agosto 4, 2017

Julianne Moore, Ospite al Giffoni Film Festival 2017

Sono già passati tredici giorni dalla fine della 47esima edizione del Giffoni Film Festival. E noi di Universo Fantasy abbiamo molto da raccontarvi, grazie alla nostra inviata membro della giuria.

Quest’anno, il tema era Into the magic, ed è proprio dentro la magia che 4600 giurati dai tre anni ai venti e più si sono ritrovati a vivere, accompagnati da centinaia di persone che hanno fatto tappa al festival anche solo per pura curiosità. Per i piccoli tanti cortometraggi animati tra cui scegliere, per i grandi lungometraggi dai temi anche molto complessi. Tutti però alla fine hanno potuto mettere una sola X per il film che reputavano degno di vincere, anche i più piccoli.

Dieci giorni fatti di straordinarie proiezioni e incontri con star davvero straordinarie, come Julianne Moore, tra poco al cinema da cattiva in “Kingsman: Il Cerchio d’Oro”, ha incantato la Sala Truffaut: dolcissima, divertente e bellissima.

L’età media in sala era sedici anni, ma la più giovane era lei, nonostante i 50 anni e più. Chi non vorrebbe invecchiare così?

Amy Adams, Ospite al Giffoni Film Festival 2017

Amy Adams ha emozionato i più piccoli, che l’hanno adorata in “Come D’Incanto” e ha stregato i più grandi rispondendo alle tantissime domande su “Arrival”, facendoci infine sperare in un ritorno al musical in futuro. E, per chi non lo sapesse, Amy canta benissimo.

Kit Harrington è arrivato in sala a pochi giorni dall’inizio della settima stagione di Game of Thrones, famosissima serie televisiva fantasy targata HBO. Di comune accordo si è deciso di non fare spoiler e si è rimasti molto a parlare di come ci si sente dopo essere “morto”, facendo divertire moltissimo.

Non è stato però lui il più amato, ma Bryan Cranston, un vero gentlemen e un grande showman. Anche se di certo nessuno potrà mai essere al livello di quello che dai giurati è stato rinominato il (Marco) Giallini Late Show, in cui tutti hanno riso dal primo all’ultimo minuto, fino ad avere il mal di pancia. L’attore romano, protagonista di “Perfetti Sconosciuti”, ha parlato con la sincerità e l’ironia che da sempre lo caratterizzano e a fine incontro la standing ovation per lui è durata diversi minuti.

Kit Harington, Ospite al Giffoni Film Festival 2017

Giffoni è stata anche teatro di tantissime anteprime, come “Prima di Domani”, che ci sentiamo di sconsigliare, teen drama non esattamente riuscito, “Noi Siamo Tutto” altro teen drama, accolto tiepidamente dai giurati, “Cars 3” che è passato inosservato, ma ha fatto innamorare la sala del cortometraggio che l’ha preceduto, intitolato “Lou”. Si sono visti inoltre “Cattivissimo Me 3”, che ha portato tante risate e “Annabelle 2” che ha terrorizzato la sala.

Un momento speciale è stato decisamente quello dell’attesa maratona dedicata ad Harry Potter, che si è svoltain Sala Lumiere: neofiti della saga, bambini alla prima visione e vecchi appassionati si sono riuniti ogni sera per poter guardare in lingua originale tutti i film della serie cinematografica, per concludere in bellezza con Animali Fantastici e dove trovarli.

La Warner Bros si è fatta davvero sentire quest’anno, con uno stand dedicato al magico mondo della Rowling, con tanti gadget da comprare, un cartonato di Newt Scamander con cui scattare foto e cartoline con i protagonisti dei film date in regalo. Straordinarie e riservate ai più grandi le serate horror, che hanno accompagnato gli spettatori prima della giornata dedicata ad Annabelle 2.

In conclusione, sono tante le cose che rendono bello un festival unico come il Giffoni Film Festival: i film, i grandi maestri del cinema, le lotte per accaparrarsi i posti migliori, le serate infinite da concludere con un bel cornetto. Ma sono le persone a fare davvero la differenza, sono coloro che incontri a rendere tutto speciale. Quando arrivi al festival è come entrare in una bolla: 10 giorni in un’altra dimensione, col tempo che scorre diversamente, troppo veloce. E quando te ne vai ti senti come in un film, sali su un pullman e la cittadella sparisce alle tue spalle. Ti siedi e per qualche secondo ti chiedi se non sia stato solo un bel sogno accompagnato dal valzer n.2 di Shostakovich.

E noi siamo felici di potervelo raccontare grazie alla testimonianza diretta della nostra inviata, Giulia De Filippo.

Ti potrebbero piacere

Lascia un commento