Home Anime e Manga ONE PUNCH MAN – UN SUPEREROE PER HOBBY

ONE PUNCH MAN – UN SUPEREROE PER HOBBY

written by Arianna Giancola Ottobre 28, 2020
one punch man - copertina

Che può succedere quando un ragazzo qualunque decide di voler diventare un supereroe per hobby? Semplice: nasce One Punch Man, il più grande dei supereroi.

Saitama, un venticinquenne non troppo brillante, decide che la cosa che desidera di più è diventare un supereroe e dopo tre anni di durissimi allenamenti raggiunge finalmente il suo scopo. Il problema, però, è che è diventato talmente forte da essere in grado di sconfiggere tutti i suoi avversari, nessuno escluso, con un solo pugno e la facilità delle sue vittorie lo lascia insoddisfatto e avvilito.
Ormai perennemente annoiato e in preda alla depressione, si imbatte per caso in Genos, un potente (e affascinante) cyborg che diventerà suo allievo.
Per fortuna Saitama trova un nuovo scopo nella sua vita: entrare a far parte dell’Associazione Eroi e scalarne le classifiche.
Tra scontri titanici ed esilaranti incomprensioni il nostro super preferito percorre la sua strada verso la fama.

Saitama e Genos

Condiviso inizialmente dal fumettista One sul proprio blog, il manga viene poi realizzato grazie alla collaborazione con Yūsuke Murata e pubblicato sulla rivista online Weekly Young Jump a partire dal 2012.
In Italia il manga è stato annunciato dalla Panini Comics per Planet Manga al Lucca Comics & Games 2015.

L’anime è stato realizzato dalla Madhouse e in Italia la trasmissione è avvenuta in streaming in contemporanea con il Giappone a partire dall’ottobre del 2015.
Attualmente le serie prodotte sono solo due, entrambe da 12 episodi l’una e visibili in streaming (Amazon Prime Video e Crunchyroll), sia in versione doppiata che sottotitolata.
Oltre alle serie regolari, inoltre, sono stati realizzati anche 7 OAV (Original Video Animation).

One Punch Man è senz’altro uno degli anime/manga più geniali, divertenti e sarcastici degli ultimi anni.
L’ambientazione è moderna, tipica delle storie sui super, con le città che vengono devastate da villains sempre più grandi, cattivi e dotati di poteri e tecnologie inimmaginabili.

E i personaggi (buoni e cattivi) ci sono tutti: dallo scienziato pazzo, al mostro geneticamente modificato e a quello demoniaco o extraterrestre, che si scontrano con eroi dai poteri psichici, dalla forza sovrumana, o muniti di armi e gadget che farebbero impallidire persino Batman.

Fra tutti loro si aggira il pacato Saitama, svagato, privo di interesse e quasi ridicolo, visto che i suoi duri allenamenti non solo gli hanno fatto perdere tutti i capelli, ma gli hanno anche lasciato una faccia anonima e piatta.

Mentre tutti gli altri si affannano, lui cammina tranquillo, senza profondità di sorta anche quando tenta di essere un bravo sensei (maestro) per il suo allievo, preoccupandosi della sesa e dei danni alla sua casa che dovrà ripagare.

Realmente non sapremmo spiegarvi con le parole la comicità e la poesia assoluta di quest’opera, che è basata tutta su sguardi, espressioni e tempi di risposta, quindi non possiamo fare altro che consigliarvi di guardarlo, magari in versione originale sottotitolata (che sicuramente rende al meglio, ma esiste anche la versione doppiata) e tagliare corto perché, citando Saitama:

“Basta, idiota! Riduci tutto a venti parole o anche meno!”

Ti potrebbero piacere

Lascia un commento