Home Recensioni DRALON: DOVE LA MAGIA DIVENTA NORMALITA’

DRALON: DOVE LA MAGIA DIVENTA NORMALITA’

written by Stefania Sottile luglio 24, 2017

Ancora una volta il giorno è arrivato,

accettate con coraggio la vostra missione.

Custodite il magico quadrante

e con esso il segreto del mondo contrario.

L’incanto prosegue finché il tempo è congelato.

Conservare l’ora immobile

questo è il vostro compito.

Perché se la lancetta si muove,

andrem tutti incontro ad un pericolo mortale.

– Nobilius Alagastor Kroon –

Questo è lo strano messaggio che si trova in un pacco misterioso recapitato alla famiglia Moffet, al cui interno si rivela esserci una pendola. La famiglia Moffet però è una famiglia normale, monotona, che come tante vive a Londra e, in quella grigia giornata di settembre, nessuno avrebbe potuto prevedere gli assurdi eventi che di lì a poco si sarebbero susseguiti. Questa normalissima famiglia è composta dai coniugi Romeo ed Eleanor, genitori intransigenti di Michael, Peter e Kate. Si può affermare con certezza che i Moffet non amino gli imprevisti, né tantomeno le stramberie e per questo l’arrivo del suddetto pacco è causa di non poco scompiglio.

Come possiamo aspettarci, vista la natura di questa classica famiglia, la stessa Eleanor cerca subito di sbarazzarsi dell’ingombrante oggetto, ma ogni tentativo risulta vano.

Grazie a questo curioso avvenimento ha inizio quindi uno stupefacente viaggio dentro ad un mondo fantastico popolato da maghi centenari, scarpe che danno il benvenuto, indovini burloni, calderoni magici, bastoni parlanti, gnomi, elfi, draghi e strani simboli per le strade di Londra (emblemi che proclamano il risveglio del “tempo contrario” e delle oscure presenze ad esso associato). Contemporaneamente, una nube spaventosa pare incombere proprio sulla torre del Big Ben, le cui enormi lancette ruotano velocissime producendo “indefinibili scie luminose”. Ad un certo punto, come se questo non fosse già abbastanza strano, le stesse lancette cominciano a girare al contrario, in una sorta di coutdown al cui termine seguirà il riottenimento dei poteri da parte di alcuni maghi neri.

Il susseguirsi degli eventi evidenzia come il mondo mortale sia gravemente in pericolo e sarà proprio la famiglia Moffet ad opporsi a tutto questo, grazie alle peculiarità di ognuno di loro, sostenendo pericolose prove per evitare il ritorno del cattivissimo Gobler (il malvagio stregone che vuole sottomettere tutti con la sua cattiveria e arroganza) e dei maghi esiliati.

Illustrazione di Max Lasseter

In particolar modo, saranno i nostri giovani protagonisti ad intraprendere la lotta contro questi oscuri maghi e a divenire i difensori del mondo contrario, sempre pronti a fronteggiare qualsiasi nemico e superare ogni prova per il bene di tutti. Infatti, Michael, Peter e Kate saranno trascinati in uno strano viaggio verso Dralon, una terra al contrario dove generalmente non sono ammessi esseri mortali, eppure loro sembrano essere gli unici in grado di salvare l’intera umanità. Ovviamente, durante tutta l’avventura, i nostri protagonisti saranno sostenuti ed incoraggiati da altri eccentrici nonché strambi personaggi.

La storia ha un ritmo incalzante ed un linguaggio scorrevole, privo di errori ed assolutamente piacevole. Il romanzo risulta particolarmente comprensibile, seducente nonché intrigante, grazie anche ad espressioni neutrali ed ironiche e all’uso del latino per dare una sensazione di antichità alla storia, che rendono perfettamente la visione fantastica dei luoghi conosciuti, ma rivisti, in una chiave di lettura assolutamente stravagante.

Illustrazione di Max Lasseter

Senza ombra di dubbio, la scrittrice M.C. Willems ha donato agli appassionati del genere un incantevole ed originale storia che ammalia il lettore, costringendolo ad immergersi in una realtà fantastica ricca di magia e suspense che conquista chiunque, senza annoiare mai. Risulta particolarmente difficile non identificarsi con i personaggi descritti, ne tanto meno con le vicissitudini che si susseguono in tutta la narrazione. Grazie agli incontri tra i vari personaggi nonché con gli oggetti animati e gli animali, ai quali sono conferiti pensieri umani, ognuno di noi potrà rispecchiarsi nelle scelte. Sembra quasi che i personaggi fantastici, grazie alla loro vitalità ed dinamicità, possano quasi trascinarti all’interno delle pagine. Uno stupefacente percorso in luoghi stregati con personaggi che divengono compagni, amici, valorosi condottieri di questo viaggio in cui ognuno si sente protagonista.

Procedendo con la trama, il lettore vivrà un’avventura fantastica, coinvolgente e sorprendete, un momento di crescita individuale nella quale riflettere ed immedesimarsi. Gli argomenti trattati ci consegnano un messaggio significativo: malgrado le difficoltà che si possono presentare nella vita di tutti i giorni, ognuno di noi deve essere promotore del proprio cambiamento e non lasciarsi sopraffare dagli eventi stessi. Perché per ogni ostacolo, per ogni difficoltà, bisogna impegnarsi per trovare una soluzione, il coraggio e la forza d’animo per superarlo.

Illustrazione di Max Lasseter

Determinazione, lealtà, coraggio, forza, impegno, costanza: queste sono le chiavi di lettura che ognuno di noi troverà e su cui rifletterà, senza dimenticare quanto sia prezioso il tempo, altro punto chiave nella storia, perché il tempo non va mai sprecato ed ognuno dovrebbe impiegarlo nel giusto modo. Non possiamo che consigliarvi questa appassionante lettura, una storia fantastica in grado di trasportare il lettore oltre i confini dell’immaginazione.

Degne di nota sono anche le illustrazioni presenti all’interno del libro create da Max Lasseter (pseudonimo utilizzato dalla stessa autrice) e la meravigliosa copertina opera di Jean-Michel Trauscht, che arricchiscono piacevolmente il romanzo.

Nell’intervista concessaci dall’autrice e che troverete sempre qui, su Universo Fantasy, abbiamo cercato di farci svelare cosa accadrà nel prossimo libro, soprattutto perché il finale di questo primo romanzo è assolutamente aperto, finendo un po’ com’è iniziato, in una sorta di continuum intrappolato a metà tra la realtà e la fantasia, dove tutto diventa incredibilmente immaginabile e la normalità diviene anormalità.

Ti potrebbero piacere

1 comment

M.C. Willems luglio 24, 2017 at 7:26 pm

Grazie di cuore carissima Stefania!

Reply

Lascia un commento