Home Cronache del ghiaccio e del fuoco GEORGE R. R. MARTIN: IL GENIO MALVAGIO DIETRO AL TRONO DI SPADE

GEORGE R. R. MARTIN: IL GENIO MALVAGIO DIETRO AL TRONO DI SPADE

written by Camilla Fontana ottobre 1, 2017

George R.R. Martin

Il trono di spade, il cui nome originale è Game of Thrones, è una serie tv fantasy marcata HBO che sta impazzando ovunque. Con fan sfegatati e nascosti ovunque, il fenomeno è di valenza mondiale. Come molti di voi sanno però, la serie ha radici profonde cresciute con una collana di libri, non ancora ultimata, chiamata “Le cronache del ghiaccio e del fuoco” (A song of ice and fire), scritta da George R. R. Martin. Ma chi è dunque quest’uomo? Chi è la mente che sta dietro a questo fenomeno editoriale nonché televisivo dall’enorme successo?

George Martin è nato nel New Jersey il 20 settembre 1948 (cosa che fa di lui un arzillo 68enne). Da sempre appassionato di scrittura, intraprende la carriera di  scrittore molto giovane, partendo da storie di mostri dal finale piuttosto tragico, cosa che non sorprende nessuno, che vendeva per pochi spiccioli ai ragazzini del suo quartiere. Questo lo ha portato in seguito a scrivere storie per diverse riviste, come Galaxy.

Nel 1970 si laurea in giornalismo con il massimo dei voti e, successivamente, completa anche un master sullo stesso argomento.

George R.R. Martin, ritratto realizzato da “I Ritratti di Alessandra”

Nei successivi nove anni, grazie allo stile maturato nonché allo studio continuo, diventa finalmente uno scrittore professionista e, in seguito al suo trasferimento a Hollywood, nel 1986 entra nel mondo televisivo come story editor della serie televisiva Twilight Zone, marcata CBS. In seguito rimane all’interno del mondo televisivo con diversi ruoli, come produttore (Beauty and the Beast) e produttore esecutivo (Doorways).

Martin pubblica il primo libro della sua fortunata serie, A Game of Thrones nel 1996, in Italia diviso nei due volumi Il trono di spade e Il grande inverno. A questo seguono poi gli altri quattro volumi della serie, di cui l’ultimo, A Dance with Dragons (in Italia diviso in I guerrieri del ghiaccio, I fuochi di Valyria e La danza dei draghi), è uscito nel 2011.

Come tutti i lettori più accaniti sanno, mancano ancora i due volumi finali della saga, di cui attualmente si conoscono solo i titoli, ovvero The Winds of Winter e A Dream of Spring.

Grazie al fascino e agli intrecci all’interno della storia, risultata fin da subito di grande valore letterario, appassionando milioni di lettore in tutto in mondo, questa prospera  serie di libri ha fatto vincere diversi premi allo scrittore. Solo l’ultimo volume, nel 2012, ha vinto difatto due premi come miglior romanzo (World Fantasy Award e Hugo Award) e un premio come miglior romanzo fantasy (Locus Award).

George R. R. Martin

Nonostante questi siano i suoi libri più famosi però, è necessario ricordare che non si tratta degli unici da lui scritti. Se infatti Martin pubblica con esasperante lentezza i libri de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (ne ha pubblicati cinque nell’arco di 21 anni), ha pubblicato moltissimi racconti, diverse antologie (prima tra tutti A Song for Lya Avon, nel 1976, contenente dieci racconti), la saga de Il pianeta dei venti, che si compone di quattro libri usciti tra il 1975 e il 1981, il ciclo di racconti Il Viaggio di Tuf e altri romanzi singoli di cui l’ultimo, uscito nel 2007, è Hunter’s Run (In Italia Fuga Impossibile), scritto in collaborazione con Gardner Dozois e Daniel Abraham.

Dunque cari lettori, conoscevate già la storia professionale di George Martin, al di là del Trono di Spade? Avete letto qualcuno dei suoi altri libri e racconti? Fatecelo sapere nei commenti!

Ti potrebbero piacere

Lascia un commento